Cara Uni,Pi etcetcetCNR (che brutta cosa l’allergia)

fotor_(10)

“Se mi lasci non vale 🎶🎶”

Dear Uni,Pi etcetcetCNR (che brutta cosa l’allergia)

A quanto pare sono il tuo miglior fallimento.

E spero che tu possa soffrire, si, un giorno, quanto mi hai fatto soffrire tu. Solo un giorno. Non tanto a chi di dovere di non avermi aiutata in tempo quando c’era motivo, lasciata da sola e ritrovarmi in mezzo a battaglie più grandi di me; strappato il mio amore, umiliata davanti ai miei coetanei e avermi spedita al CIM (che è piena di gente interessante sai? E mi dispiace, ma siamo inseparabili #pappaeciccia. Le persone hanno sempre paura della testa, chissà come mai). Ma ormai è acqua passata, chi ci pensa più a questi anni… Tanto la legge è legge, si dice così, vero?
Quanto, mi auguro, la sofferenza ogni giorno nel rivedermi in ogni pezzo.
In ogni frammento di ricordo.
Così nell’amore, come nel lavoro.

Adesso, a posteriori, un saluto anche a Lu, Lo e le altre “migliori” pedine.
Il vento sta cambiando. Si nasce e muore continuamente. Alcuni un po’ più di altri.

[Devo fare un inchino ai miei genitori e familiari, stanchi, che hanno la bontà di aver superato tutti questi lunghi anni in silenzio davanti a questo bel ranocchietto]

lly
Ps: Meeeno male che non faccio il dottore! <3

Francesca